Punti di accoglienza turistica diffusa a Pistoia: pronti due nuovi strumenti turistici

Amare il proprio territorio, offrire ai clienti e ai fruitori un'esperienza turistica indimenticabile, garantire un ottimo livello di accoglienza trasmettendo loro tutto ciò che di interessante e coinvolgente Pistoia offre: sono queste le basi per creare una destinazione turistica di successo.

Per questo il progetto di marketing territoriale Obiettivo Pistoia ha previsto tra le sue azioni la costruzione di una rete di Punti di Accoglienza Turistica Diffusa (ATD) già avviata con successo sul territorio montano ed oggi al via anche nel capoluogo.

Si tratta di punti di “informazione” turistica gestiti da privati con attività aperte al pubblico, capaci di interagire in modo autentico, efficace e capillare sulla nuova utenza turistica (“il city user” o cittadino temporaneo), interessata a vivere in modo vero e sostenibile il territorio che l’ospita per qualche giorno.

I benefici e i miglioramenti che si vogliono raggiungere con questa iniziativa si riassumono in questi punti:

  • contaminare il territorio con le opportunità che il turismo può rappresentare per le attività economiche presenti
  • comunicare un senso di accoglienza e di appartenenza all’ospite turistico,
  • garantire la circolazione delle informazioni di rilevanza turistica sul territorio
  • creare un’intelligenza collettiva/ connettività sull’accoglienza, con la possibilità di creare un effetto virale al fine di rendere più esplicito la ricchezza delle proposte turistiche
  • costruire una rete di punti di accoglienza turistica mirata e diffusa, gestita da testimonial in grado di offrire alcuni servizi turistici (prima accoglienza, informazione geografica, informazioni base sui maggiori eventi)
  • essere degli hotspot integrati con i maggiori generatori di eventi sul territorio.

 

Quali sono i requisiti per poter entrare a far parte del progetto degli ATD?

Essenzialmente tre:

  • provare interesse vero per il proprio territorio;
  • disporre di un collegamento internet per dare informazioni costantemente aggiornate;
  • ricevere una formazione di base attraverso tre seminari. Per raggiungere la formazione necessaria al fine di diventare info-point diffuso, sarà basilare partecipare ad almeno due dei tre seminari previsti per la formazione degli operatori.

 

Nello specifico i seminari su Pistoia saranno questi:

  • 3 ore sulla storia del luogo, per far acquisire ai partecipanti una conoscenza più dettagliata del proprio territorio. L’operatore alla fine del breve corso dovrà essere in grado di trasmettere al turista luoghi, modi di dire, abitudini e tradizioni più popolari in modo friendly e accattivante;
  • 3/4 ore per apprendere le basi, qualche parola, e modo di dire della lingua inglese;
  • 3/4 ore per illustrare gli strumenti che saranno messi a disposizione per i singoli uffici, materiale di primo contatto, per spiegare quali portali, siti, potrebbero essere utili per accedere alla info sul territorio, oppure un mini corso per un uso strategico (turisticamente parlando) di alcuni social network, Facebook e Instagram o l’uso professionale di Whatsapp e Telegram.

 

Alla fine di questo breve percorso formativo, verrà consegnata alle strutture e alle attività

partecipanti una vetrofania o un cavalierino che le renderà riconoscibili come Punto di Accoglienza Turistica Diffusa (ATD).

 

Le iscrizioni per accedere ai seminari su Pistoia vanno inviate a info@obiettivopistoia.it entro il 10 gennaio 2020.

 

 

Obiettivo Pistoia è promosso da Confcommercio Pistoia e Prato, Confesercenti Pistoia e attuato dal Consorzio Turistico Città di Pistoia, Toscana Turismo e Congressi, Consorzio Turistico APM, con i finanziamenti di Fondazione Caript, Camera di Commercio di Pistoia e Comune di Pistoia.

 

2020: arrivano due nuovi strumenti di informazione turistica

La guida digitale, per aiutare il turista a progettare il suo viaggio a Pistoia prima dell'arrivo e la mappa emozionale per raccontare la città in maniera più dinamica e curiosa

 

Una guida digitale e una mappa emozionale: ecco i nuovissimi strumenti elaborati dal progetto Obiettivo Pistoia, che prosegue la sua operazione di marketing turistico territoriale.

 

La guida digitale

 

La guida digitale in pdf è uno strumento moderno, all'avanguardia e di facile ed intuitiva fruizione. Per il suo peso leggero e per la sua grafica è uno strumento pensato prevalentemente per smartphone. Le strutture ricettive potranno inviarla ai turisti che prenotano (o invitarli a scaricarla dal sito www.pistoiaexperience.com) come strumento di anticipazione del loro viaggio a Pistoia: una sorta di "regalo" a chi ha scelto di pernottare in città, che offre la possibilità di programmare in anticipo le visite e le escursioni sul nostro territorio.

46 pagine ricche di informazioni e foto ad alta risoluzione, con collegamenti ai siti internet delle attrazioni turistiche.

In alcuni casi, dove è necessaria per avere informazioni dettagliate o per fare prenotazioni del servizio che interessa al fruitore, viene riportata anche la mail.

 

La mappa emozionale

 

Non più la solita mappa topografica, ma una mappa emozionale in formato cartaceo.

Oltre alle utili e necessarie indicazioni topografiche e stradali, essa presenta in modo

piacevole e dinamico il centro storico della città Pistoia dentro le mura, con ben 28

punti di interesse fra siti culturali, storici e turistici, tracciati con immagini disegnate

e colorate per rendere la fruizione della mappa più piacevole e "user friendly".

La mappa indica anche 12 parcheggi, oltre ai luoghi del buon cibo e della vita serale e

culturale di Pistoia: sono segnalate le piazze e le vie della prima cerchia di mura, con

i suoi locali, enoteche, bar e ristoranti.

Oltre a questo, troviamo anche una vera e propria call to action per il lettore: l'invito

a scoprire le vie curiose e antiche di Pistoia, indicate sulla mappa in colore arancione.

Il documento presenta anche le indicazioni delle città più vicine a Pistoia con la loro

distanza e le informazioni sulla Pistoia Experience Card per accedere con ingressi

scontati ai siti di interesse turistico.

La mappa emozionale può essere scaricata dal sito www.pistoiaexperience.com, ma i

turisti la troveranno anche nel formato cartaceo al loro arrivo in hotel.