Fipe-Confcommercio: Stop alla penalizzazione per i dehors che occupano gli spazi blu

Stop alla penalizzazione per i dehors che occupano gli spazi blu.

 

La richiesta arriva da Fipe Pistoia – la Federazione di Confcommercio in rappresentanza dei pubblici esercizi – a sostegno dei locali della città posizionati in zone di traffico aperto che per poter ampliare la propria offerta con il servizio all’esterno, sono soggetti ad un’imposta maggiorata.

 

Si tratta di un aumento sulla tariffa per occupazione del suolo pubblico dovuta al posizionamento dei dehors su aree di sosta a pagamento: un aggravio che penalizza questi locali rispetto agli altri posizionati nelle zone pedonali o a traffico limitato, o a quelli che hanno la fortuna di potersi ampliare senza dover coinvolgere parcheggi con strisce blu.

 

La sosta è certamente un tema sensibile per la città di Pistoia sul quale Fipe si è più volte espressa alla ricerca di nuove soluzioni per rendere numerose aree più accessibili.

 

Al suo fianco però è impossibile non tenere conto del servizio di attrazione e accoglienza che i pubblici esercizi svolgono sul territorio, grazie anche alla crescente tendenza di fruire delle consumazioni negli spazi all’aperto.

 

È necessario inoltre considerare che per natura molti edifici pistoiesi – soprattutto nelle vicinanze del centro – hanno spazi ristretti all’interno ai quali è difficile limitare il servizio.

 

È alla luce di questo che Fipe-Confcommercio chiede all’Amministrazione comunale una revisione del Regolamento che prevende tale maggiorazione, rimuovendo un ulteriore costo per le aziende e annullando così lo svantaggio ai quali sono soggetti numerosi pubblici esercizi.