Visiting Pistoia raddoppia nell'anno della Capitale della Cultura

“Visiting Pistoia” torna con la quinta edizione e raddoppia la propria offerta.

Nell’anno della Capitale italiana della Cultura non cresce solo il numero dei monumenti inclusi nell’iniziativa ma anche la durata del periodo di aperture straordinarie, a conferma dell’importanza dell’accoglienza turistica in città.

 

Dopo il successo delle passate edizioni – con 33.000 visitatori nei mesi di luglio e agosto 2016, 30.000 nello stesso periodo del 2015 e 40.000 nei mesi estivi, weekend e festività del 2014 – arriva con un format più esteso l’iniziativa promossa da Consorzio Turistico Città di Pistoia, Confcommercio, Comune di Pistoia, Fondazione Caript, Camera di Commercio e Associazione Culturale Mirabilia, che permette ai visitatori di approfittare delle aperture straordinarie di alcuni dei più significativi e suggestivi monumenti della città.

 

Grazie all’ampliamento delle collaborazioni, oltre alla Chiesa di San Giovanni For Civitas, la Cattedrale di San Zeno e il Battistero – che hanno già iniziato ad aprire le proprie porte dalla fine del mese di Aprile – quest’anno il progetto include anche la Basilica della Madonna dell’Umiltà e la Chiesa di San Bartolomeo. Questi sono visitabili tutti i giorni nei mesi di Luglio e Agosto e durante le domeniche e le Festività nei periodi fra Maggio e Giugno e fra Settembre 2017 e il 7 Gennaio 2018.

 

Fra le novità, anche l’apertura straordinaria della Biblioteca Fabroniana, uno dei gioielli del territorio che merita di essere conosciuto, visitabile la seconda e la quarta domenica del mese dalle 10:00 alle 13:00.

 

A partire dal mese di Giugno, inoltre, la Chiesa della Madonna del Carmine e la Chiesa della Madonna del Letto entrano a far parte dell’iniziativa garantendo l’apertura per una domenica al mese e permettendo ai turisti di conoscere la storia e la cultura pistoiese attraverso alcune delle sue strutture d’eccellenza.

 

Ciò sarà possibile grazie alla disponibilità e alla competenza dei volontari delle Associazioni del territorio che collaborano alla buona riuscita del progetto e anche ai ragazzi delle classi terze e quarte dell’Istituto d’Arte Petrocchi di Pistoia,  che nei mesi estivi si alterneranno per essere sempre a disposizione dei visitatori nei diversi punti d’interesse.

Si conferma, inoltre, di fondamentale importanza la disponibilità dei parroci delle Chiese interessate che ogni anni mettono a disposizione del pubblico le strutture.

 

 

Per orientarsi meglio, sarà inoltre disponibile una mappa del centro cittadino dove saranno segnalati i luoghi d’interesse e i relativi orari di apertura.

 

Visiting Pistoia conferma dunque la propria importanza sia per quanto riguarda l’immagine della città che viene così percepita a misura di turista e capace di intuire e soddisfare le sue esigenze, sia  dal punto di vista delle imprese del centro storico che possono godere di una maggior frequentazione grazie al via vai di visitatori che si fermano nei diversi monumenti.

L’intento è infatti quello di incuriosire ed attratte i turisti portandoli a prolungare il proprio periodo di accoglienza in città e, per renderlo possibile, è fondamentale l’unione di intenti di istituzioni, volontari e fruitori, accomunati dalla volontà di conoscere e di migliorare sempre di più l’offerta.

È un’occasione importante per affermare la cultura dell’accoglienza tipica pistoiese che permette al turista di godere a pieno dell’autenticità e della particolarità di una città che, lontana dal turismo di massa, si lascia vivere in tutti i suoi aspetti.

 

L’edizione 2017 del progetto è realizzata in collaborazione con il Liceo Artistico Petrocchi, la Cattedrale di San Zeno, la Parrocchia di S. Giovanni, l’Associazione Culturale Musikè, l’Associazione Moica, l’Associazione C.N.G.E.I, l’Associazione Diabetici Pistoiesi e l’Associazione A.G.E.S.C.I..


Scheda orari Visiting Pistoia 2017