Confcommercio e istituti di credito, insieme per la Montagna Pistoiese

Montagna Pistoiese: Confcommercio e istituti di credito insieme per le aziende del territorio.

Si è tenuto nei giorni scorsi l'incontro fra i rappresentanti delle delegazioni territoriali Confcommercio della Montagna, il presidente dell'Associazione Stefano Morandi, il direttore generale Tiziano Tempestini, e i dirigenti delle banche operanti nell'area.

Fra questi Umberto Alunni, direttore generale Cassa di Risparmio di Pistoia e della Lucchesia, David Meli, responsabile d’area BCC Vignole e Montagna Pistoiese, Carlo Cappelli, responsabile d'area Cassa di Risparmio di Orvieto, Renzo Pierguidi, responsabile d'area Monte dei Paschi di Siena.

La necessità di dare un sostegno alle imprese è stato il tema al centro del confronto, nel quale è emersa la volontà da parte dei partecipanti di individuare gli interventi necessari a sostenere le attività e l'intero tessuto economico.

Il preoccupante stato di crisi nel quale versa il territorio montano è il chiaro segnale di una situazione allarmante che non può essere ancora trascurata, e che richiede misure urgenti e mirate allo sviluppo delle imprese e del commercio locale.

"Tutelare le piccole e medie imprese è da sempre uno degli obiettivi principali per Confcommercio - afferma il presidente dell'Associazione Stefano Morandi - che si impegna per fornire gli strumenti necessari con i quali affrontare i cambiamenti del mercato. Oggi più che mai sulla nostra Montagna è importante fare uno sforzo in più e unire le forze, affinché si possa tornare a guardare al futuro con speranza arginando gli effetti di una crisi economica che purtroppo si fa ancora sentire sul territorio".

"Agevolazioni, incentivi e misure pensate ad hoc per le imprese: sono queste alcune delle strade da intraprendere per poter parlare di rispesa e di sviluppo. – dichiara Tiziano Temepstini, direttore generale Confcommercio Pistoia e Prato – A questo scopo si riunirà nei prossimi giorni presso la nostra sede di San Marcello Pistoiese un gruppo di lavoro per rendere operative e concrete le azioni proposte, che non riguarderanno soltanto il settore della neve e chi vi opera, ma che coinvolgeranno, oggi e nel futuro, tutto il contesto imprenditoriale della Montagna”.