Nasce il protocollo d'intesa fra Comune di Agliana, Confcommercio e Confesercenti

Contributo alle imprese nelle aree coinvolte dai lavori pubblici per oltre 6 mesi

Sostegno alle imprese nelle aree coinvolte dai lavori pubblici per oltre sei mesi: nasce il protocollo d’intesa fra Comune di Agliana, Confcommercio e Confesercenti.

Obiettivo dell’intervento è disciplinare un sistema di agevolazioni dedicato alle attività commerciali e artigianali danneggiate dalla presenza di cantieri pubblici nella propria via per lunghi periodi, attraverso la stesura di un regolamento che ne definisca, fra le altre cose, gli ambiti di applicazione e le modalità di adesione. 

L’esigenza deriva dai disagi causati alle aziende locali per il protrarsi dei lavori di rinnovo delle tubature dell’acqua e del sistema fognario in Via Spartaco Lavagnini e parte di Via Selva, più volte segnalati dalle Associazioni di Categoria all’Amministrazione.

Da qui la volontà condivisa di definire una linea d’azione che supportiil tessuto imprenditoriale di Agliana e dell’intero territorio, attraverso la stesura di un regolamento che disciplini l’applicazione della legge 594/1995. Questa, infatti, riconosce ai Comuni la facoltà di concedere agevolazioni sui tributi locali di loro competenza per gli esercizi situati nelle zone coinvolte dai lavori pubblici con durata superiore a sei mesi. 

Un segnale importante, dunque, quello lanciato dall’Amministrazione e dalle Associazioni che con il Regolamento definiranno la possibilità di accedere ad un contributo per ciascuna azienda richiedente da suddividere fra Tari, Cosap e imposte pubblicitarie.

All’interno del documento sarà inoltre previsto il rilascio di una certificazione da parte del Comune alle attività commerciali e artigianali coinvolte dalla chiusura al traffico per i lavori pubblici anche inferiori a sei mesi, da utilizzare a fini fiscali. 

Il Regolamento sarà redatto fin dalle prossime settimane e avrà attuazione a partire dalla sua approvazione con la proposta delle Associazioni di avere un effetto retroattivo per i lavori svolti nel 2018.