Luglio Pratese: serve un cambio di rotta

Un nuovo modello di aperture serali estive per portare innovazione e attrattività nel centro di Prato.

Questo il tema al centro dell’Assemblea dei commercianti del centro storico aderenti a Confcommercio, la quale si è riunita negli scorsi giorni per discutere dell’esigenza di uscire dal format del “Giovedì del Cittadino”.

 

Punto di partenza del confronto – aperto da alcuni mesi - è la convinzione che la formula adottata negli ultimi anni non sia ad oggi più adatta all’offerta delle aziende e, allo stesso tempo, alla domanda dei consumatori, entrambe modificate nel tempo.

Inoltre, i “Giovedì del Cittadino” sono un’iniziativa ormai imitata in moltissime città limitrofe, grandi e piccole, che necessita di essere rivista e di acquisire maggior freschezza.

La volontà che è emersa all’unanimità fra le aziende, è quella di superare il format attuale andando a concentrare le aperture serali su più giorni concentrati nella prima metà del mese di Luglio 2017.  

 

Come Prato è stata fra le prime città, più di quindici anni fa, ad inaugurare le aperture fino a mezzanotte nei Giovedì di Luglio, oggi Prato può essere nuovamente protagonista dell’innovazione, lanciando una nuova formula che sappia attirare e coinvolgere non solo i pratesi, ma anche i visitatori dalle altre città.

L’intento è di creare una sorta di “Festival dello Shopping” sfruttando il periodo di maggior interesse per i saldi – che quest’anno partiranno Sabato 1 Luglio - e inserendo nel calendario quanti più eventi e iniziative di richiamo. A rafforzare l’iniziativa, è la realizzazione di una sempre più consolidata sinergia fra le attività commerciali e i numerosi locali che hanno aperto in centro negli ultimi anni e che svolgono di per sé un ruolo di forte richiamo.

Nelle prossime settimane l’Assemblea dei commercianti del centro definirà il nome del nuovo formato, le date di apertura, gli eventi correlati e la campagna promozionale.